Assocamping Sicilia: fiere fondamentali per competitività

Assocamping Confesercenti Sicilia ha partecipato all’edizione 2016 della fiera del camper di Parma, presso lo stand di Plein Air, che si è svolta dal 10 al 18 settembre u.s. il Salone di Parma è riconosciuto quale seconda più importante manifestazione europea del caravanning e del turismo en plein air.

 

Il giusto contesto nel  quale Assocamping Sicilia, dopo i soddisfacenti risultati registrati ad Utrecht e Stoccarda ha voluto rilanciare la propria offerta che sotto il nome di “Sicily Camping Tour”, intende contribuire alla  crescita competitività dei nostri territori in un segmento di mercato ancora tutto da conquistare. “Sicily Camping Tour” dichiara Salvatore Di Modica, che ha supervisionato le attività a Parma, “propone un’offerta dedicata che attraverso una “fidelity card” consente al possessore di accedere a profili tariffari fortemente competitivi studiati anche con l’intento di favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici e il prolungamento del periodo di permanenza del turista”.

 

Uno strumento con il quale non solo si punta a valorizzare le strutture aderenti al progetto,  ma che è stato concepito per  rafforzare il brand Sicilia che già vanta una propria riconoscibilità sui mercati internazionali, ma che deve essere veicolato in maniera più incisiva e con offerte mirate. In ragione di ciò è stata già avviata una interlocuzione con l’Assessorato regionale al turismo, tesa a pianificare, nell’ambito di una più stretta sinergia con la categoria, la partecipazione della Regione alle fiere internazionali del turismo con il precipuo intendimento di massimizzare il ritorno che tali iniziative devono produrre in termini di incremento di flussi turistici in entrata.

 

Per l’occasione è stato rilevante il contributo che l’Assessorato ha messo a disposizione degli operatori del settore,  fornendo oltre 8.000 copie di materiale promo pubblicitario dei principali fattori di attrazione che contraddistinguono le singolarità del nostro patrimonio storico artistico e paesaggistico e che sono state distribuite nel corso della manifestazione.

 

Crediamo fortemente, sostiene Fabio D’Azzo, referente di  Assocamping Confesercenti  Sicilia, che la strada da perseguire va nella direzione di approntare modelli di governance che sappiano conciliare il binomio pubblico e privato, in seno alle scelte che orienteranno il futuro modello di sviluppo turistico della nostra Regione.