Assocamping plaude per il ripristino dell’articolo su casemobili e camper nel collegato ambiente approvato dal Senato

 

Scongiurato dal Senato il rischio di veder aprire centinaia di contenziosi con grave danno all’attività turistica nelle strutture all’aria aperta.

 

La Camera aveva riportato la situazione in merito alle installazioni di casemobili, camper e caravan indietro di 2 anni abolendo quanto approvato dallo stesso Parlamento.

 

Il Senato, grazie al lavoro svolto in commissione 13a dal relatore Sen. Stefano Vaccari e dalla Sen. Laura Cantini, con l’interessamento del Governo con il Sottosegretario all’Ambiente On. Silvia Velo, ha definito in modo chiaro, e speriamo una volta per tutte, che non hanno necessità di avere un “permesso edilizio” le installazioni di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, «ricompresi in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, previamente autorizzate sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore».

 

La presidente Assocamping Confesercenti Monica Saielli ringrazia i Senatori ed il Sottosegretario per aver risolto una delle questioni più urgenti e gravose per i gestori dei campeggi e villaggi turistici italiani e si augura che alla Camera tutto proceda per il meglio senza ripensamenti ulteriori