Camping tende e roulotte a 5 stelle

La tendenza: comodità e lusso, ecologia e hi tech, tutte le novità E a Venezia 32 casette firmate Thun.

da' La Repubblica' di Micol Passariello

 

Fuggire dalla confusione delle metropoli per rifugiarsi nella natura. È una vacanza che sa di libertà quella in campeggio.

 

Alla ricerca di pace, relax e socialità. Il tutto low cost. Una tradizione lunga un secolo, molto amata anche ai giorni nostri. Sono due milioni - secondo un sondaggio effettuato da Assocamping Confesercenti - gli italiani che hanno scelto il camping per le vacanze. Con un aumento generale delle presenze rispetto allo scorso anno e incrementi del 10 per cento in alcune località, come Calabria e Liguria.

 

Il merito va alla bellezza degli scenari naturali, ma non solo. «Le strutture ricettive all' aria aperta si stanno sempre più evolvendo - spiega Monica Saielli, Presidente di Assocamping Confesercenti - sono in grado di offrire servizi qualitativamente elevati e confortevoli apprezzati sia dalla clientela italiana che da quella straniera».

 

Benvenuti nell' era del camping 2.0, dove i comfort non bastano mai. Che si scelga il mare, il lago, la montagna, la classica tenda, la roulotte o uno chalet rustico, la vacanza in campeggio non è più un' esperienza da Giovani Marmotte.

 

A disposizione degli ospiti ci sono piscine olimpioniche, animazione, spiagge private, ristoranti e bar, campi da tennis e calcetto. Il wi-fi è garantito ovunque. E talvolta c' è persino il centro benessere. La giornata è scandita da corsi di giardinaggio, cucina o bricolage, sessioni di yoga e ginnastica in acqua, gare, degustazioni e spettacoli.

 

 

Dimenticate l' avventura spartana di una volta: «All' interno di queste strutture - continua Assocamping Confesercenti - si trova ogni tipo di plus: case mobili, bungalow, piscina, ristoranti, bar, insomma veri e propri villaggi con attività per gli ospiti. Non mancano, poi, complessi di lusso che propongono tende a cinque stelle con arredi glam e ogni tipo di comfort».

 

I campeggi anno 2015 sono moderni centri di villeggiatura, dedicati a viaggiatori hi-tech e informati, dove scegliere tra tante tipologie abitative diverse e attività per tutta la famiglia. Come il veneto Centro Vacanze Union Lido (foto), Bella Italia sul Garda, Isolino in Piemonte, Centro Turistico San Nicola in Puglia, Bella Pineta in Sardegna, Camping Del Sole in Lombardia o Prà delle Torri a Caorle. Fino al Camping Marina di Venezia, dove, accanto alle tende, i più esigenti potranno presto riservare una delle trentadue casette firmate dal designer Matteo Thun, con salotto, cucina, due camere e due bagni.

 

Per la gioia degli ecologisti, le nuove strutture sono concepite nel massimo rispetto ambientale, assecondando le regole del risparmio energetico, tra pannelli fotovoltaici e impianti di riciclo dell' acqua piovana, materiali riciclabili e cucina organica. Come il Misool Eco Resort in Indonesia: tredici bungalow sul mare dell' arcipelago di Raja Ampat, dove staccare la spina tra cucina vegetariana, yoga, ambiente zen e un mare da sogno. O come l' Ecopod Boutique Retreat, tra le colline scozzesi, con tende hi-tech sostenibili.

 

Non mancano soluzioni eccentriche. Vedi il Base-Camp Hostel di Bonn, che al posto di poco comode canadesi offre roulotte dal sapore retrò. C' è il modello esotico, vintage anni Settanta e quello kitsch, la tipica Airstreem americana, la baita montana, o il bungalow in stile marinaro. E per i più esigenti c' è sempre il glamping, il glamour camping, con servizi a cinque stelle. La tendenza, che s' ispira agli incredibili eco-lodge in Sudafrica, Australia o Kenya, permette un ritorno alla vita nomade, tra giungle tropicali e spiagge selvagge, alloggiando però in accampamenti degni di sceicchi. Due cuori e una capanna, insomma, purché a cinque stelle.